16 dicembre 2012

Indelebilmente.

Paura. Semi-flusso libero senza alcuna coscienza.
Millimetri interi di alzamento del lato destro del labbro superiore gettati al vento invano. 

perché sei?

Gli occhi non riflettono affatto l'anima. Sono solo specchi già bagnati. 

Ognuno mostra qualcun altro. Essere come si appare. O apparire per come si è?
Si esiste solo negli occhi di chi ti guarda. Ma se gli altri sono ciechi? Le orecchie fischiano.
Rifletti sul fatto che giusto il POI dovrebbe avere senno, ma è una bugia.
E intanto cosa fai, prima del poi prima o poi? 

Forse è solo il tuo cervello in una pentola a pressione, pronto. Ma gli intimi pensieri non si assimilano ingerendoli. Finiscono dritti dritti nel cesso, come se mai fossero esistiti. Non esistono prove. E cosa te ne fai dell'apparizione delle ossa se poi ti capita di perdere pezzi di te?
Nessuno può sapere niente. A volte nemmeno tu, soprattutto tu

Se ognuno è quello che vuole essere, allora tu che diavolo vuoi? 

Così nitido da risultare sfocato, forse accecante. 
E quando osi guardare il sole puoi solo chiudere gli occhi.

-tu non sai- 

Allora resti solo, col tuo ronzio ed i brividi. Più tardi vibrazioni.
Potrebbe esserlo per sempre, intanto.
Così è buio.

4 commenti:

  1. L'accecante si impara a conoscerlo.

    RispondiElimina
  2. Non tutti sono così consapevoli di essere al mondo da sapere di poter scegliere come si vuole essere.L'apparenza dovrebbe adeguarsi allo spirito; nel senso che può cercare di essere una sua imperfetta riproduzione, o il suo esatto opposto...in modo tale da nascondere la verità.

    RispondiElimina
  3. Tra essere e apparire c'è una certa ambivalenza.
    L'anima si adatta alla materialità del nostro corpo.
    Siamo poi noi a scegliere,con criterio, se vogliamo apparire come "siamo".Il punto è che alcune volte il moto dell'anima non si può sempre del tutto controllare,ci può sfuggire,poichè governato dai sentimenti. Quando il sentimento dominante è la paura,l'angoscia,forse è a quel punto che insieme all'apparizione dell'ossa possiamo perdere "pezzi di noi".

    RispondiElimina
  4. ciao bellezza... scusa, non ho la forza per commentare, ma ti trovo un pò troppo DARK, direi... que te pasa, mi amor?
    Grazie per il tuo commento di venerdì... su Skype ci sarò tutte le sere, credo, da stasera, almeno per vedere se per caso c'è il mio amore in linea dall'Africa... è partito oggi pomeriggio... credo che sarò on line spesso verso le 20.30-21.00, più o meno... ora stacco perchè sono in una valle di lacrime... se vuoi, da lunedì mi ci trovi, così ci messaggiamo (che termini usi, Vale??!) un pò...
    Kiss. e grazie stella Mia!

    RispondiElimina

Se ci fossero altri visitatori all'infuori di questo mondo, più che al rispetto inviterei agli insulti, per il semplice motivo che non esiste alcuna ragione al mondo per cui io possa essere insultata (riguardante il mondo dei dca, quantomeno) e potrei felicemente rispondere ed argomentare qualsiasi critica o altra stronzata. Ma tanto sono sfigata e il karma non mi accontenta mai, c'est la vie. Per le altre, invece: grazie di essere passate.